Un ricettario per raccogliere tutte le mie ricette...quelle facili e veloci e quelle un pò complicate ma tutte provate con successo (i pasticci preferisco dimenticarli)

venerdì 7 giugno 2013

fusilli a ricciolo, smeriglio, zafferano ed erbe aromatiche

Preferisci che ti racconto cosa succede se continua a “cadere la luce” (a casa mia si dice così) intanto che ha una crostata di ciliegie speciale nel forno, o come fare una pasta buona buona con 2 fette di smeriglio congelato, benedetto pesce, poco saporito, ma che mi ha salvato tante cene…

La seconda verooooooooooo ??? Anche perché la prima la voglio dimenticare, e rifare con calma in un giorno in cui mi sentirò particolarmente zen… magari domenica, si vedrà:-)

fusilli a ricciolo, smeriglio, zafferano ed erbe aromatiche

prezzemolo

 

ingredienti per 4 persone

  • 380gr di fusilli, o pasta corta e cava
  • 2 fettone di smeriglio,io decongelato se tu l’hai fresco ben per te
  • 1 buste di zafferano in polvere
  • erbe aromatiche a volontà, tagliuzzate finemente con le comode forbici (5 o 6 cucchiai in tutto)
  • olio extravergine di oliva
  • sale

Fai bollire la pasta in modo da lasciarla molto al dente dovrà finire di cuocere dentro la padella con il condimento (come si fa’ con il risotto).

Prendi una grande padella e fai rosolare lo smeriglio ridotto a dadini, 5 minuti massimo, aggiungi la pasta e 1 mestolino di acqua della pasta, aggiungi anche lo zafferano (sciolto in acqua sempre della pasta) e finisci la cottura della pasta così.

Assaggia, potrebbe essere giusta di sale oppure no, è impossibile capirlo se non a fine cottura, se serve aggiungi il sale e mescola per bene. Prima di spegnere la fiamma aggiungi i 3/4 delle erme aromatiche tritate nella pasta.

Servi con le erbe aromatiche rimaste a pioggia sui fusilli allo zafferano e smeriglio.

i miei appunti

Secondo me il sapore delicato dello smeriglio ben si presta allo zafferano, se vuoi una pasta dal sapore deciso raddoppia le bustine di zafferano, io lo faccio spesso e aggiungi una bella macinata di pepe al momento di servire… se preferisci altri cocktail di spezie curry, tandoori e simili è meglio che cambi anche il pesce.

 

timo e basilico

venerdì 31 maggio 2013

insalata con ciliegie e primo sale, con condimento balsamico o alla senape

Un mio vizio è da sempre mangiare quello che pubblico tempestivamente, o comunque averlo mangiato di recente. o il massimo sbocconcellare gli avanzi mentre ti scrivo… Ti ho stufato nell’ultimo post che ero partita in quarta con ricette estive ma il tempo… e bla bla bla. Ma ieri sera ho riproposto l’insalata quella con ciliegie che avevo pensato, in prima impressione con un classico condimento con aceto balsamico, buona buona, ma ci serviva qualcosa di più, LA SENAPE!!! Buonissima… secondo me scatta l’insalata anche stasera ;-)

insalata con ciliegie e primo sale, con condimento balsamico o alla senape

ingredienti per 4 persone (per le insalate si va’ a occhio, per forza

  • 4 manciate di insalata mista lavata e asciugata, anche rucola indivia e radicchio
  • 2 manciate di ciliegie, facciamo 10 a testa
  • 1 fettona di primo sale
  • 1 ciotola di parmigiano, a scaglie
  • crostini di pane, meglio preparati al momento qui

Sistema nei piatti fondi, o in ciotole singole da insalata, quasi una manciata di insalata per piatto, il parmigiano a scaglie, la restante parte di insalata, il primo sale tagliato a fettine, le ciliegie tagliate a metà e snocciolate e una parte dei crostini.

Aggiungi il condimento che ti piace e l’insalata è bellissima e pronta.

Ovviamente ciascuno dovrà mescolare per bene l’insalata prima di gustarla e un po’ di crostini in più non sono mai troppi, anche se rischiano di diventare subito flosci, per questo ti ho detto di metterne un poco sopra e mescolare al momento.

insalata con ciliegie e primo sale, con condimento balsamico o alla senape

per il condimento alla senape:

  • 2 cucchiai di senape di digione
  • 1 cucchiaio di acqua
  • 1 cucchiaio di olio
  • 2 acciughe sottolio, facoltative

Con le acciughe è il top! Nel bicchiere del minipinner versa tutti gli ingredienti, aziona il robottino fino a che si sarà formata in salsa liscia ed emulsionata.

Senza acciughe, puoi mescolare gli ingredienti in una ciotolina con energia con una forchetta… alla fine aggiungi 2 pizzichi di sale.

insalata con ciliegie e primo sale, con condimento balsamico o alla senape

per il condimento balsamico:

  • 2 cucchiai di olio
  • sale fino
  • aceto balsamico denso, o di altissima qualità o tipo gelatina, se non ce l’hai te lo puoi preparare con questa ricetta qui.

non credo di dovertelo spiegare… In una ciotolina con tanta energia e una forchetta sbatti per bene l’olio con il sale fino a quando il sale sarà un poco sciolto e l’olio emulsionato. versalo nei 4 piatti di insalata, ora è il tempo dell’aceto balsamico, fallo gocciolare formando un cerchio sopra l’insalata, ne basta poco.

i miei appunti

Puoi preparare questa insalata in anticipo, se togli il condimento e i crostini… anzi puoi prepararli tutti prima, insalata e condimento pellicolati in frigorifero, i crostini in un sacchetto ermetico fuori dal frigorifero.

Se non trovi il primo sale, cambia con la mozzarella, se cambi con un formaggio più saporito dovrai rivedere tutti gli ingredienti.

ciliegia

mercoledì 29 maggio 2013

quiche salsiccia e broccoli

Dopo giorni a preparare bei post con le ciliegie e le fragole… insalate e piatti freddi, tipici di questo periodo (quello che ho fatto in questi giorni, se interessa ) mi sono accorta, che c’è freddo :-( Parlare del tempo non mi piace, ma ieri sera dopo un giorno tremendo, sia mio che di mio marito, ero stufa stratificata di maglioncini di cotone (cambio degli armadi già fatto, ovviamente) a mangiare insalatine… e allora ho fatto un bel piatto caldo (scusa anche per accendere il forno) veloce e super sostanzioso… e saporitooooooooo!

DSC_0005

Quiche, si eggià uno dei miei piatti preferiti… soprattutto da quando ho scoperto la versione dolce, ma te ne ho già parlato… la quiche vanille 

Purtroppo la pausa mi ha interdetto la capacità già scarsa di fotografare di sera, quindi cerca di guardarle con un poco di affetto :-)

Ah! Presto i miei post sulle ciliegie.

DSC_0003

ingredienti (teglia da 24cm di diametro)

  • 1 rotolo di sfoglia
  • 200ml di panna da cucina
  • 200ml di latte
  • 2 uova
  • 100gr di fiorellini di broccolo, leggermente lessati 
  • 20cm di salsiccia
  • sale e pepe

Accendi il forno a 180°, statico.

In una ciotola capiente, mescola la panna, il latte e le uova, mescola con cura con una forchetta.

Aggiungi i fiori di broccoli e la salsiccia, 2 pizziconi di sale e una macinatina di pepe.La farcia è pronta.

Fodera la tua teglia con la carta da forno, stendi all’interno la sfoglia, sistema i bordi e taglia la pasta in eccesso… Con le forbici come sempre! Bucherella il fondo della pasta, con una forchetta.

Versa la farcia nella teglia. Sistema un poco i broccoli (anche l’occhio vuole la sua parte).

Un’altra spolverata di pepe e la quiche è pronta per essere infornata. Per 20-30 minuti circa.

Servi calda tiepida o fredda.

 

i miei appunti

La quiche si fa con la pasta brisèe, ma a me piace più con la sfoglia… mi sembra più soffice :-)

Le varianti sono tantissime… spazio alla fantasia! Se come me, a volte ti trovi ad aprire il frigo con la testa vuota, ti metto quelle che trovi in questo blog… quiche ai carciofi, quiche alle mele e pancetta , quiche ai carciofi, mini quiche al salmone affumicato, quiche ai fagiolini e pancetta , quiche ai pomodorini feta e origano.

mercoledì 22 maggio 2013

le tettine®, biscottini alla confettura di lamponi

 

Non tutte le ciambelle non escono col buco… essi, prima della pausa una persona che non conoscevo, adesso un poco di più si, Stefania di Crema e Panna è stata molto gentile e mi ha scritto più volte, e mi ha fatto sorridere, cosa che a volte è la più importane di tutti, che tanto avanti ci si va’, comunque…

le tettine, biscottini alla confettura di lamponi

Vabbè al tempo Stefania faceva un contest, molto divertente,  Biscotti senza forma (praticamente fatti senza L’utilizzo di stampi) e io ho preparato questi, dovevano essere tutta un’altra cosa… chi pensa a preparare biscotti che sembrano tettine®, poi per un contest !?!

La cosa più brutta che non me ne sono accorta fotografandoli, forse essere troppo impegnata a mangiare i miei biscottini, ma quando dopo cena arriva il momento del caffè, mica dessert tutte le sere, ma un biscotto a me e due a mio marito ce li meritiamo, sistemandoli è stato chiaro… sembrano proprio tettine®, ho cercato tra le foto, e ti ho messo quelle che lo fanno vedere al meglio… con i dolci mi scateno nelle foto.

le tettine, biscottini alla confettura di lamponi

DSC_0009

Ah! Per fortuna che mi sono accorta in tempo della forma che avevano preso, ne avevo fatti un po’ in più per la mia suocerina.(sono molto buoni non abbiamo fatto fatica a mangiarne dose doppia)

Ah! Ah! Stefania ha un nuovo contest Limoni-AMO che sta’ per finire, quindi forza partecipaaaaa.

 

DSC_0007

ingredienti per 40 biscotti (o tettine®)

  • 300gr farina
  • 160gr burro freddo
  • 130gr zucchero
  • 3 tuorli
  • 1 cucchiaino di lievito (traditore, mettine poco poco)
  • confettura di lamponi, qui la mia speziata al pepe lungo 
  • estratto naturale di vaniglia
  • 1 pizzico di sale

L’impasto è proprio facile, come una frolla, puoi usare il robot da cucina, e te l’ho già spiegato qui.

Ti spiego a mano: taglia il burro freddo a cubetti e mettili in una capiente ciotola, in una fontanella fatta con la farina e lo zucchero, aggiungi anche i tuorli e lavora velocemente con la punta delle dita, il burro non si deve sciogliere tutto, aggiungi il lievito e un pizzico di sale. Alla fine aggiungi un cucchiaino di estratto di vaniglia.

Appena si forma qualcosa simile ad una palla, metti la pellicola e subito in frigorifero per circa 30minuti.

Accendi il forno a 180°, metti la carta da forno su di una teglia e fai tante palline con le mani, tutte grandi uguali, appoggiale sulla carta e con il dito indice schiacciale al centro, continua così finche hai finito le palline, riempi i buchi con mezzo cucchiaio di confettura di lamponi.

inforna per 8-10 minuti.

Fai raffreddare prima di mangiare.

i miei appunti

Grazie Stefania.

Cosa succeda nel forno tra la farina e gli altri ingredienti è un enigma che io non ho ancora risolto, e credo che dubiterei di chi crede di aver capito tutto… ma lascialo qui tra i miei pensieri…

Io li ho aromatizzati con vaniglia perché mi piace con il lampone. Ma puoi fare come più preferisci, buccia di limone + marmellata di arance, cardamomo + confettura di susine..

giovedì 16 maggio 2013

wok di pollo birra e carciofi, light

Mi sono accorta che il piatto alla birra che ti ho proposto, è pensato per un alpino… ma si è andato a depositare sui fianchi (ma mica solo quello), mi è piaciuto un sacco cosa dovevo fare??? Allora ho pensato che con il caldo anche tu forse vuoi una bella ricetta facile e gustosa ma light.

wok di pollo birra e carciofi light

In questa ricetta, quasi senza grassi, ci sono le proteine del petto di pollo, vitamine e sali minerali con i carciofi e un sacco di sapore in più con la birra Moretti Zero, una birra birra n’è, con tutto il gusto che serve ma con 4-5 volte di calorie in meno, non ha alcool (ho provato con tutti i siti conta calorie di internet… prova se non ci credi ;-)

Penso sia un piatto perfetto anche per la pausa pranzo perché è buono anche freddo, con la sua Moretti Zero a fianco, che non rischierà di annebbiarti il pomeriggio di lavoro.

wok di pollo birra e carciofi light

ingredienti per 4 persone

  • 4 fette di petto di pollo
  • 5-6 carciofi
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva

Questa ricetta è troppo facile!!! Allora taglia i carciofi a fettine, ed il pollo a striscioline.

Scalda, per bene, un wok o una padella a antiaderente, versa le fettine di carciofi e di pollo, e il cucchiaio di olio, falli saltare velocemente e poi aggiungi mezza bottiglietta di Moretti Zero, se usi una padella antiaderente anche un bottiglietta intera.

Sala. Abbassa la fiamma.

Fai restringere il liquido che avrà cotto per bene il tuo pollo e i carciofi… controlla prima… alzando ancora la fiamma del tuo wok, assaggia e aggiusta di sale. Tutto pronto!

wok di pollo birra e carciofi light

i miei appunti

Di carciofi, potrei parlartene ore, ma certo che le stagioni e le forniture sono diverse ovunque sei, ci sono quelli congelati affettati, ma puoi anche cambiare verdura, la maggior parte della quale, sarebbe perfetta tagliata a fiammifero e buttata nel wok a metà cottura del pollo… zucchine, carote radicchio, indivia, finocchi, rape… anche fagiolini e piselli (ma sbollentati prima).

Se vuoi dare una marcia in più a questa ricetta allora i cucchiai di olio diventano 4, il pollo e i carciofi infarinali prima di buttarli nel wok sfrigolante, serve una birra alcolica, io propongo o la classica o la Moretti Doppio malto, avevi capito che è la mia preferita ;-)

domenica 12 maggio 2013

salsiccia e patate saltate con birra e rosmarino… per salutare gli alpini

Oggi dopo la sfilata si conclude l’87 adunata nazionale degli alpini, che quest’anno è stata nella mia città a Piacenza, ed è stata una festa continua migliaia di alpini che hanno occupato la città, la nostra casetta (abito con mio marito in un bilocale in centro) attorniata da birrerie a cielo aperto, e musica dal vivo e una festa continua giorno e notte… e ora sta’ per finire tutto, sigh!

Ho imparato un sacco di cose degli alpini, che mangiano tante cose, io sulla mia pagina di fb mi lamentavo di non aver nessuna ricetta adatta a loro… invece dato che se c’è una festa è bene fare festa, ho mangiato di tutto, pollo allo spiedo, salsicce, verdure grigliate, insalate, patate fritte e al forno, bicchieri di frutta, spiedini di pesce e spaghetti allo scoglio buonissimi… tutti con a fianco persone gentili con cui chiacchierare.

salsiccia e patate saltate con birra e rosmarino…

Altra cosa che proprio mi ha colpito, gli alpini di tutte le età non bevono il vino ma la birra… fiumi di birra Moretti che è stata uno degli sponsor ufficiali dell’adunata, e che è anche la birra che uso in questa ricetta, la conosco molto bene, e mi hanno chiesto di pensare a delle ricette con alcune delle svariate birre che Moretti propone, nel suo sito puoi trovare un sacco di informazioni birramoretti.it.

Non sembra anche a te un cerchio che si chiude?

salsiccia e patate saltate con birra e rosmarino…

Per questa ricetta molto semplice e veloce, ho pensato di usare, la birra Moretti Doppio malto, che con il suo gusto inconfondibile, deciso ed aromatico, è perfetta con la salsiccia e le patate.

salsiccia e patate saltate con birra e rosmarino…

ingredienti per 4 persone

800gr di salsiccia, tipo luganega

1,5kg di patate, a pasta gialla

1 birra Moretti Doppio Malto

rosmarino

sale

Metti sul fuoco una pentola media piena per metà di acqua, nel frattempo, pela le patate e tagliale a fette tutte della stesso spessore, io circa mezzo centimetro. Quando l’acqua bolle, aggiungi una manciata di sale grosso e le fette di patata, non devi portarle a cottura ma dovranno essere cotte a metà. 5-10 minuti circa o meno.

Nel frattempo in una grande padella antiaderente metti a scaldare 2 cucchiai di olio e la salsiccia tagliata a tocchetti, falla rosolare per bene girandola spesso con 2 palette.

Aggiungi alla salsiccia dorata, le patate tagliate a fette, cotte per metà e la birra intera, con 2 bei pizziconi di sale fino ed l rosmarino, cuoci a fiamma moderata per un poco, mescolando con cura, quando le patate saranno cotte, alza la fiamma e fai evaporare tutto il liquido, aggiusta di sale.

salsiccia e patate saltate con birra e rosmarino…

E’ già pronto, servi le tue salsicce con patate profumate e fumanti con 4 belle birre Moretti Doppio malto.

i miei appunti

Questo è il modo più veloce per cucinare questo piatto, se però nel frattempo hai qualche altra cosa da fare, puoi infilare gli ingredienti che metteresti nella padella in una teglia ed infornare a 180°, statico. Gli unici accorgimenti da prendere sono, ridurre la birra a metà e girare salsiccia e patate quando saranno dorate. 1 volta sola quindi.

Se non riesci a trovare la birra Moretti a Doppio malto puoi usare la moretti classica, il piatto sarà un po’ differente sia in sapore che in profumo… ma è veramente buono comunque ;-)

Se ti piace questa ricetta puoi guardare anche le altre che hanno come ingrediente la birra

Focaccia di farro alla birra

Spezzatino con castagne birra e senape

Pollo alla birra rossa e basilico

giovedì 9 maggio 2013

crostata rustica con pere e Nutella (meglio se Nerogianduia)

Ciao, sono tornata! Credo di non potere fare finta di niente per tutti questi mesi di assenza… ma mi piacerebbe.

Inizio con la ricetta e alla fine le mie scuse… partiamo con questo dolce tanto veloce da preparare, quanto buono da mangiare.

crostata rustica con pere e Nutella (meglio se Nerogianduia)

La ricetta originale, è crostatine con composta di nocciolata e pere.

Ecco la mia versione un po’ modificata, non servono a nessuno due ricette identiche, e adattata ai miei gusti e abitudini. La frolla ho usato quella che preparo di solito con il robot a cucina (ma puoi  anche prepararla in una ciotola con le mani), io ho usato invece della nocciolata o Nutella, il Nerogianduia (lo trovi qui) di cui vado pazza, nella ricetta crumpies di Jamie Oliver con crema Nerogianduia ti ho spiegato tutto.

 crostata rustica con pere e Nutella (meglio se Nerogianduia)

ingredienti per una teglia rotonda da 24 cm

 

  • pasta frolla pronta da stendere la ricetta è qui
  • 6 cucchiai di Nutella, (io Nerogianduia)
  • 2 pere sode, io pere abate
  • mezzo limone, il succo
  • farina per la spianatoia

Accendi il forno a 180°, statico.

Pela le pere e tagliale a fette sottili sottili, mettile in una ciotola con il succo di limone per non farle scurire.

Stendi la frolla sopra la carta da forno, e foderaci la teglia da crostate…(o quella che hai deciso di usare).

Sistema velocemente i bordi, crostata rustica significa anche quello, stendi all’interno uno strato sottile di Nutella.

Sistema le fettine di pera a raggera sopra la nutella e inforna per 30-40 minuti circa, dipende da quanto è sottile la frolla.

i miei appunti

Se le pere cominciano a bruciacchiarsi coprile con un foglio dii carta stagnola o di carta da forno bagnata e strizzata.

Questa ricetta è tanto veloce e tanto di successo a tavola che è il caso di segnarsela per bene.

 

Ora è il tempo delle scuse e iniziamo con una fetta di torta per te…

crostata rustica con pere e Nutella (meglio se Nerogianduia)

… per scusarmi di questa assenza ho pensato di fare cosi, dedicare questa torta ad Alessandro che mi ha continuato a scrivere anche se io persistevo a non accedere a facebook e altri social, e a volte neanche al cellulare (sono stata talmente asociale che, un po’, me ne vergogno) a lui per primo (che mi chiama ciocco-pera dagli ultimi muffin che ho postato…eheheh e mi fa ridere un sacco) e anche tutte le tante persone che mi hanno scritto chiamato e si sono preoccupate per me.

La ricetta è di Alessandra cioè Mamma papera’s blog, molto brava ed efficiente, scrive un sacco ovunque ha una famiglia gigante e un sacco di blog ed era la mia socia in “dai! ci scambiamo una ricetta” e tra le sue mille ricette ne ho trovata una in cui anche lei superdonna, arrancava un poco e non riusciva a fare un post perfetto… Con questa scelta, cioè iniziare con una ricetta del mio non-contest, volevo scusarmi con quante persone stanno aspettando di giocare e anche a quelle a cui non ho ancora risposto alla mail di iscrizione. Mi dispiace. A breve sistemerò tutto e cambierò un poco le regole… appena ci riprendo la mano, sono un poco emozionata a ricominciare a scriverti.

"dai! ci scambiamo una ricetta?"

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...